VELENO DI SCORPIONE CUBANO: SCOPERTO FARMACO GRATUITO CONTRO IL CANCRO, LO STA SPERIMENTANDO CON SUCCESSO UN ORVIETANO (Guarda i video)

Scritto da Web & Books on . Postato in IL FATTO

escozul 250x167 VELENO DI SCORPIONE CUBANO:  SCOPERTO FARMACO GRATUITO CONTRO IL CANCRO, LO STA SPERIMENTANDO CON SUCCESSO UN ORVIETANO (Guarda i video)Si chiama Escozul ed è un farmaco ricavato dal veleno dello scorpione azzurro cubano – Sul web c’è chi ne parla come di un rimedio miracoloso ma non esistono prove scientifiche certe, eppure lo sta sperimentando, sembra con buoni risultati un cittadino dell’orvietano, il sign Roberto, che ha abbandonato tutti gli altri tipi di cure, fin dal 23 marzo scorso. Gli esperti non si sbilanciano, anche se alcuni medici dicono che abbinare questo medicamento alle terapie tradizionali antitumore, non comporterebbe problemi. I cubani affermano che fa bene, sono stati intervistati dalla troupe de Le Iene che ha fatto lo scoop, durante le file per accaparrarsi il farmaco nei distretti sanitari cubani. I Caraibi, Cuba, il sangue di scorpione…una miscela che fa ricetta. Ricetta niente meno che contro il cancro. Per ora  tutto si regge sul passaparola e i racconti di chi questa nuova terapia racconta appunto di averla provata. Ricordate Luigi Di Bella? Mezza Italia si innamorò della sua “cura”, mezza Italia lo elesse a speranza dei malati e a vittima degli scienziati, mezza Italia si schierò con lui, compresa l’Italia politica, soprattutto, chissà perché l’Italia politica di destra. Poi la “cura” Di Bella svanì e sfumò, ora tocca al sangue di scorpione. Il farmaco si chiama Escozul, è prodotto a Cuba da un’azienda locale, la Labiofam e in occidente, internet a parte, è  sconosciuto o quasi. Nelle intenzioni dei medici che ne hanno studiato le proprietà, dottori che messi tutti insieme sommano zero pubblicazioni nelle più autorevoli riviste internazionali di medicina, l’Escozul sarebbe efficace in alcune delle più pericolose forme di cancro, dal colon al cervello passando per i polmoni e il seno. Del prodotto si parla dal 1985 quando il biologo cubano Misael Bordier scoprì le proprietà antitumorali del veleno di una specie particolare di scorpione.Il farmaco, infatti, altro non è che veleno di scorpione diluito in acqua. La specie che produce la tossina da cui si ricava l’Escozul è il il rophalurus iunceus, lo scorpione azzurro, una grossa varietà che vive solo a Cuba. Tenuto in laboratorio, alimentato in modo regolare e sottoposto ad una forte scossa elettrica, lo scorpione azzurro produce due o tre gocce di veleno al giorno, la base per il farmaco che poi viene diluito in acqua fino a raggiungere una concentrazione di veleno minima, (0.003 milligrammi per litro) e quindi somministrato. Di ricerche scientifiche che provino l’efficacia o meno dell’Escozul di fatto non ce ne sono così come non si ha traccia di eventuali effetti collaterali. Di certo c’è che la tossina è un antinfiammatorio naturale, aiuta il sistema immunitario e impedisce la formazione di vasi sanguigni nelle tumore. In Italia medici come Pierfranco Conte, direttore di Oncologia all’università di Modena, affermano di non averne “mai sentito parlare”. A Cuba, invece, ammettono di conoscerlo ma parlano di sperimentazione ancora da avviare e fase di “protocolli di ricerca”. Il fatto che i medici che ci lavorano siano cubani e quindi dei “marginali” nella comunità scientifica internazionale non aiuta. Aiuta, invece, e non poco, il web. Basta una ricerca di pochi minuti su di un qualsiasi motore di ricerca per trovare decine di racconti di gente che ha provato il farmaco e dichiara poi di “star meglio”. Anche in Italia i casi non mancano e i luoghi deputati ai racconti sono soprattutto i “forum” medici, quei siti che la quasi totalità dei medici di famiglia raccomanda di non consultare mai. Tanti pazienti raccontano di straordinari miglioramenti dei loro cari grazie alla tossina di scorpione. Uno scenario quasi da sogno: basta andare a Cuba con la cartella clinica e la maggior parte delle volte la Labiofam somministra il farmaco gratuitamente. Di storie a lieto fine, però, anche sul web ce ne sono poche: molti pazienti migliorano grazie all’Escozul ma alla fine muoiono per altre complicazioni, dall’insufficienza respiratoria all’encefalopatia da radiazioni fino a infezioni dei tipi più disparati. Un caso, quello dell’Escozul, che ricorda per molti aspetti un’altra “panacea mediatica”, quella del professor Luigi Di Bella e della sua “somatostatina” quella che i sostenitori del medico, tanti soprattutto in ambiente non scientifico, chiamavano la molecola anticancro. Somatostatina e melatonina erano gli ingredienti base di un trattamento terapeutico che, a detta di molti che l’avevano provato, aveva del miracoloso. Nonostante le resistenze della comunità scientifica e le forti perplessità del ministero della Salute complice una forte campagna mediatica condotta da alcuni politici (l’allora presidente della Regione Lazio Francesco Storace, solo per fare un esempio, aveva l’intenzione di rimborsare i soldi spesi dai pazienti che volevano curarsi col metodo Di Bella), qualche radio locale e una piccola parte della stampa, si decise per la sperimentazione. Era il 1999 e i risultati furono disastrosi: al “multitrattamento Di Bella” reagì positivamente meno dell’1% dei pazienti. Il medico protestò ferocemente indicando i motivi per cui, a suo giudizio, la sperimentazione era fallita: una vera e propria teoria “complottista” quella di Di Bella che parlò di somministrazione di farmaci scaduti, dosaggi sbagliati e pazienti appositamente scelti tra quelli in condizioni  disperate.  La multiterapia, di fatto, uscì dalle pagine dei giornali e non se ne parlò più. Il bisogno di cure, anche miracolose per chi lotta con una malattia terribile invece rimane lì latente pronto a rispuntare più forte che mai al più labile segno di speranza.

«Mia madre è affetta da glioblastoma, un carcinoma molto aggressivo che le ha colpito il cervello. Abbiamo scoperto la malattia 4 mesi fa. Dopo un intervento chirurgico a San Giovanni Rotondo abbiamo iniziato il trattamento chemioterapico e tutto quello che prevede la medicina tradizionale. Non ottenendo i risultati sperati, dal 9 settembre, con l’ok del nostro oncologo, abbiamo provato l’Escozul, un farmaco naturale prodotto a Cuba. I primi riscontri sono stati positivi. Mia madre è ora più vitale, meno spenta, soffre meno».
A parlare è T.P., imprenditrice di Conversano, prima persona in Puglia a scegliere il farmaco naturale ottenuto con il veleno dello scorpione azzurro caraibico. Appena è entrata a conoscenza dei benefici procurati da questo farmaco, l’imprenditrice ha voluto raccontarlo pubblicamente: «Ho conosciuto l’Escozul su Facebook iscrivendomi al gruppo di discussione “Glioblastoma multiforme cancro al cervello”. Con gli internauti – spiega – ho scambiato alcune informazioni e mi sono subito attivata per ritirare questo farmaco. Ho scoperto che molti pazienti terminali hanno trovato benefici dall’uso di Escozul e che tanti vanno a Cuba per curare i propri familiari». 
A confermarci i benefici del farmaco è, al telefono, il dottor Giovanni Battista Speranza, direttore del reparto di Oncologia medica dell’ospedale «Giovanni Battista Grassi» di Ostia, in provincia di Roma, che ha parlato dell’Escozul in un convegno scientifico tenutosi al Lido di Ostia a giugno. L’ospedale «Grassi » è diventato punto di riferimento per tante famiglie che, da mesi, s’imbarcano all’aeropor to di Fiumicino, destinazione L’Avana. 
Speranza ha iniziato a interessarsi del farmaco un anno fa, quando una paziente affetta da neoplasia della mammella gli chiese di curarla. La paziente iniziò il trattamento classico e il quadro clinico progressivamente migliorò. Dopo due mesi la paziente confessò che indipendentemente dalla cura prescritta aveva autonomamente iniziato u n’altra cura con l’Escozul. Solo dopo, il medico romano scoprì che altri cinque pazienti lo stavano assumendo, senza ottenere la guarigione definitiva ma con un miglioramento generale evidente. 
Dottore, siamo di fronte a un nuovo caso Di Bella? «No, sarebbe molto pericoloso», è la risposta. Speranza tiene a ribadire che «non vanno alimentate false illusioni e che in ogni caso i pazienti affetti da tumore non devono assolutamente abbandonare le terapie tradizionali. L’Escozul – chiarisce – non è un antitumorale ma un farmaco omeopatico che aiuta, allevia il dolore e interviene sull’infiammazione. Le mie considerazioni? Sono favorevoli. I pazienti che seguo lo stanno assumendo e stanno meglio. Le raccomandazioni sono di stare molto attenti e di fidarsi solo di persone che si conoscono». 
È possibile procurarsi l’Escozul solo a Cuba. Le autorità del ministero della Salute cubano lo danno gratuitamente anche agli stranieri, previa presentazione della documentazione clinica. Per informazioni www.labiofam.cu. La signora T.P., di Conversano, sarà la prima pugliese a prendere il volo della speranza per rifornirsi delle quantità del farmaco necessarie per curare sua madre
.

 

              

Cuba si appresta a mettere in commercio un medicinale basato sul veleno dello scorpione blu che potrà essere utilizzato nelle terapie contro il cancro. Lo ha reso noto Josè Antonio Fraga, direttore dello statale Laboratorio Biologico e Farmaceutico (Labiofam), precisando che è imminente il passo previo, cioe’ la registrazione ufficiale del farmaco. “Siamo in attesa che lo Stato ci dia l’approvazione in tal senso”, ha sottolineato Fraga in una conferenza stampa. Il direttore di Labiofam ha anche assicurato che almeno 8.000 pazienti hanno già utilizzato in forma sperimentale il farmaco denominato ‘Escoazul’ e che esperimenti pre-clinici sono stati realizzati i laboratori di Italia, Francia, Spagna e Venezuela.
Già anni fa, specialisti cubani hanno scoperto che le tossine dello scorpione blu (Rhofalaurus junceus) contengono proteine di basso peso molecolare con proprietà antitumorali. D’altra parte, ormai da tempo, molti stranieri approdano a Cuba per ottenere l’Escozul che, appunto in via sperimentale, viene distribuito gratuitamente dalla Labiofam. Ora verrà messo in vendita. Lo scorpione blu (Rhopalurus junceus), è una specie endemica che vive solo a Cuba e che inietta una sostanza tossica, ricca di proteine dalle proprietà antitumorali, analgesiche e antinfiammatorie. Escozul è prodotto a Cuba da un’azienda locale, la Labiofam e in occidente, internet a parte, è però sconosciuto o quasi. Nelle intenzioni dei medici che ne hanno studiato le proprietà, dottori che messi tutti insieme sommano zero pubblicazioni nelle più autorevoli riviste internazionali di medicina, l’Escozul sarebbe efficace in alcune delle più pericolose forme di cancro, dal colon al cervello passando per i polmoni e il seno. Del prodotto si parla dal 1985 quando il biologo cubano Misael Bordier scoprì le proprietà antitumorali del veleno di una specie particolare di scorpione.Il farmaco, infatti, altro non è che veleno di scorpione diluito in acqua. Lo scorpione, che produce la tossina da cui si ricava l’Escozul, tenuto in laboratorio, alimentato in modo regolare e sottoposto ad una forte scossa elettrica, produrebbe due o tre gocce di veleno al giorno, la base per il farmaco che poi viene diluito in acqua fino a raggiungere una concentrazione di veleno minima, (0.003 milligrammi per litro) e quindi somministrato. Di ricerche scientifiche, che provino l’efficacia o meno dell’Escozul, di fatto non ce ne sono così come non si ha traccia di eventuali effetti collaterali. Di certo c’è che la tossina è un antinfiammatorio naturale, aiuta il sistema immunitario e impedisce la formazione di vasi sanguigni nelle tumore. Il Dott. Fraga assicura però che l’iter registrativo è giunto alle fasi finale e ricorda anche che, gli studi preclinici sull’anticancro da veleno di scorpione blu, sono stati condotti con risultati promettenti, oltre che a Cuba, in vari laboratori tra Venezuela, Spagna, Francia e Italia. Migliaia di pazienti l’hanno già assunto in via sperimentale da quando il biologo cubano Misael Bordier ha iniziato a usarlo come antitumorale, nei primi anni ‘90. Il veleno dello scorpione blu è già stato usato a Cuba per generazioni come rimedio della medicina tradizionale.

ESCOZUL, VIENE PRODOTTO DALL’ISTITUTO  LABIOFIL DI SANTIAGO DE LAS VEGAS, (nella periferia avanera) AVENIDA RANCHO BOYEROS (DOPO CIRCA UN KM. DAL  VECCHIO AEROPORTO, CONTINUANDO  L’AVENIDA RANCHO BOYEROS, SULLA DESTRA UNA ENORME INSEGNA  INDICA LA LABOFIL). I TELEFONI (0053) 6849661 – 6833188 – 6832151. FAX (0053) 6830326. E-MAIL < labiofam@ceniai.if.cu Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >
 
 

 

 

 

 

 

 (Fonti: Web & Books; Blitz Quotidiano;  La Gazzetta del Mezzogiorno – Antonio Galizia; Tgcom;  Salute in Toscana)

 

MEDICI DI RIFERIMENTO: DOTT.SSA MARIA ISABEL BERMUDEZ E DOTT.SSA NIUDYS CRUZ ZAMORA, CHE SONO DI UNA INCREDIBILE GENTILEZZA.
PRESENTARSI AL PUNTO DI RICEVIMENTO CON UN DOCUMENTO D’IDENTITA’, DICHIARARE DI NON AVERE MACCHINA FOTOGRAFICA E TELEFONINI
ED AVERE L’INDISPENSABILE RIASSUNTO STORICO DEL PAZIENTE E LE SUE GENERALITA’ UNA INFERMIERA TI CONDUCE ALL’AMBULATORIO DOVE SEI RICEVUTO DA UNA DELLE DUE DOTTORESSE.

PRESENTATA LA DOCUMENTAZIONE RICEVI TOTALMENTE GRATIS TRE  PICCOLI BOCCHETTINI CON IL FARMACO ESCOZUL CHE LA
 RECENTE PRODUZIONE  NON NECESSITA MANTENERLA IN TERMOS REFRIGERATI.
IL PAZIENTE NE PRENDERA’ 5 GOCCE OGNI OTTO ORE, CIOE’ PRIMA DELLA PRIMA COLAZIONE DEL MATTINO. PRIMA DEL PRANZO E PRIMA DELLA
CENA. IL PAZIENTE DOVRA’ CONTINUARE TUTTE LE CURE E TRATTAMENTI ORDINATI DAL PROPRIO MEDICO, IL FARMACO AIUTA MOLTO AD ASSIMILARE
LE CURE ORDINATE DAL MEDICO E NE ATTENUA IL DOLORE.
 

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (116)

  • alessandra perziano

    |

    salve leggendo questo articolo si apre un piccolo spiraglio di luce, mio padre è affetto di carcinoma polmonare gli è stato diagnosticato circa 2 mesi fa, ha iniziato le cure e la chemio decidendo poi di abbandonare il tutto subito dopo. mio padre sembra da quando a ripreso a condurre una vita quanto meno normale un’altro , vorrei tanto sapere come fare ad inviare la sua documentazione per avere e quindi provare a fargli assumere il farmaco da voi citato…in attesa di una risposta ringrazio in anticipo.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Si informi adeguatamente presso un centro specializzato, comunque digiti anche su Internet: veleno scorpione cubano. Guardi la trasmissione de le Iene mercoledì 15 settembre.

      Rispondi

      • bindi stefano

        |

        h o gia preso un trattamento per una persona alla farmacia che lo da. ho famiglia a cuba e se uno vuole sotto un centinaio di euro per spese + il servizio dhl di spedizione si può aiutare la persona il medicinale non si paga scrivete a piccolasvegas@libero.it

        Rispondi

        • Giancarlo Padula

          |

          SECONDO LE NOTIZIE FIN QUI RACCOLTE OCCORRE FARE MOLTA ATTENZIONE ALLE TRUFFE E AI RAGGIRI, PER QUEL CHE E’ DATO SAPERE IL FARMACO PUO’ ESSERE PRESO SOLO A CUBA DIRETTAMENTE ALL’ISTITUTO CITATO IN QUANTO NON VIENE DATO SE PRIMA I MEDICI DELL’EQUIPE CUBANA CHE HA SCOPERTO IL PRODOTTO, NON ESAMINANO LA CARTELLA CLINICA DEL PAZIENTE, LEGGA ATTENTAMENTE GLI ARTICOLI DA NOI PUBBLICATI E SI METTA IN CONTATTO CON IL CENTRO CUBANO ATTRAVERSO I NUMERI FORNITI.

          Rispondi

          • elio

            |

            Salve sono andato a Cuba in ottobre e ho ritirato il farmaco dietro visione della cartella clinica. Ho fatto un giorno di fila. Il ragazzo per cui l’ho ritirato, 28 anni, affetto di carcinoma ai polmoni sta quasi completando il ciclo di 3 mesi e devo dire che ha avuto un risveglio dell’appetito e soprattutto va a correre e in palestra. Tra un mese parto di nuovo e glielo vado a riprendere. A lui si sono aggiunte altre 2 persone malate di cancro dietro corresponsione di un contributo per il viaggio. Io prego affinchè questa gente si senta meglio.

            Rispondi

          • manuel

            |

            Buon giorno,
            sono D’Alessandro Manuel, vi scrivo dall’Italia precisamente da Roma.
            La scorsa settimana con la mia famiglia abbiamo scoperto che mia zia ha un tumore al midollo, si parla di Leucemia acuta.
            Siamo disperati come la maggior parte della genete che affronta queste gravi malattie,possibilmente vorrei sapere se questo farmaco ESCOZUL,considerando la malattia possa aiutare mia zia, e se questo farmaco e’ necessario venire a Cuba per prenderlo?
            Vi ringrazio per la vostra attenzione,spero di avere al piu presto delle informazioni utili.

            Distinti Saluti
            Manuel D’Alessandro

            Rispondi

          • Redazione

            |

            Si tratta di un prodotto che a quanto ne sappiamo noi, sempre da fonti web viene prodotto solo alla Labiofam di Cuba, si tratta du un medicamento sotanzialmente naturale, estratto dal veleno di scorpione blu cubano, che si può prendere, previa cartella medica solo a Cuba. Attenziane perchè sul prodotto si è innestato un vero e proprio sciacallaggio una speculazione che è anche all’attenzione delle autorità preposte. In Europa non pè riconosiuto sotto il profilo farmacologico. Alcuni medici specialisti del settore italiani si sono dichiarati siostanzialmente favorevoli, per altri si trata solo di “acqua fresca”, chi lo sperimenta dice di avere dei giovamenti. Nessun medico però dichiara di abbandonare le cure che si fanno per questo prodotto, che casomai va preso in concomitanza e non in alternativa. Sugli effetti definiti solo punti interrogativi. Questo è il sito della Labiofam: http://www.labiofam.cu/. Sia il nostro portale di informazione che altri hanno ampiamente trattato la tematica, se fa un giro sul web trova interviste e articoli anche con tutto il vademecum.

            Cordialità

            Rispondi

        • antonio

          |

          Che cosa devo fare per avere escozul grazie rispondi al piu presto

          Rispondi

          • elio

            |

            se mi contatti eliopuzzo@msn.com ti do tutte le notizie che ti servono

            Rispondi

    • filippo palazzo

      |

      volevo solo sapere se il papà della signorina alessandra ha preso il veleno dello scorpione cubano e se si adesso come sta o se ci sono stati dei miglioramenti grazie

      Rispondi

  • Veronica Pinto

    |

    Spero che questo farmaco possa aiutare a salvare la vita di tante persone che soffrono a causa di un male assurdo.
    Speriamo sia la volta giusta

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Informarsi bene con gli esperti, per creare speranze che poi non vanno in porto.

      Rispondi

  • Giacomo

    |

    Per qualsiasi persona sono disponibile a partire immediatamente per ritirare escozul chiedo solo che mi prenotino volo e hotel sono disponibilissimo per fare del bene 3494575342

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      SI INFORMI PRESSO UN CENTRO SPECIALIZZATO, DIGITI IL NOME DEL FARMACO SU INTERNET E PRENDA EVENTUALI CONTATTI, NON SI VUOLE ILLUDERE NESSUNO

      Rispondi

  • ANTONIO

    |

    Buongiorno, ho un famigliare gravemente malato, vorrei sapere come posso venire impossesso del medicinale ESCOZUL in distribuzione a cuba. Grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Veda i filmati di corredo all’articolo, i filmati su You tube, realizzati dalla trasmissione televisiva le Iene, digiti il nome del farmaco sui motori di ricerca.

      Rispondi

  • francesco di michele

    |

    Sono un uomo di 39 anni e da dieci sono affetto da neurofibromatosi pleurica e sono sottoposto a terapia del dolore sotto morfina 24 ore al giorno, tutti i giorni dal 2004 ( ms contin, twice, effentora,oxycontin, oramorf, giusto per citare qualche nome di farmaci che assumo ).
    Leggo che il veleno dello scorpione avrebbe delle proprietà molto valide per il contenimento del dolore e che è un valido rimedio contro le infiammazioni. Preciso che la mia malattia non è mortale ma comporta un forte peggioramento della qualità della vita a causa dei tremendi dolori che provoca. Se qualcuno può confermarmi le qualità antinfiammatorie a antidolorifiche del farmaco, vi ringrazio anticipatamente per l’ attenzione. Grazie, Francesco.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Si informi presso centri specializzati, guardi i video che illustrano l’articolo, cerchi più informazioni possibili su Internet in merito al farmaco, ne parli con i suoi medici.

      Rispondi

  • vincenzo giorgio

    |

    mi chiamo giorgio e ho mia madre affetta da cancro, vorrei farle provare oltre le solite terapie anche questo farmaco se qualcuno e’ interessato perche’ lo sta gia provando mi contatti o mi mandi una email a questo indirizzo vincenzo.giorgio@tiscali.it o mi chiami al 338/2548436 grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Noi siamo giornalisti, abbiamo dato la notizia, si deve informare lei, digiti il nome del farmaco su internet, guardi su you tube i video della trasmissione televisiva Le Iene. Provi a mettersi in contatto conm la persona di Orvieto, ma noi non abbiamo i recapiti.

      Rispondi

  • evelina fornari

    |

    sono affetta da mesorelioma posso fare la cura ? grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Noi facciamo i giornalisti e riportiamo le notizie, digiti il nome del farmaco su Internet, ne parli con i suoi medici.
      Cordialità

      Rispondi

  • marco

    |

    salve a tutti…. MIA MADRE DOPO 5 ANNI DI TERAPIE TERAPIE E TERAPIE….E DOPO TANTA SOFFERENZA E VENUTA A MANCARE . TUTTO E INIZIATO DAL COLON , STOMACO E FEGATO , ADESSO UN MIO PARENTE GLI E’ STATO DIAGNOSTICATO UN CANCRO AL COLON , E ALLA COLONNA DELLE METASTASI ANCHE AL FEGATO……CHE DIRE ,,,,,, COME POSSO ENTRARE IN POSSESSO DI QUESTO FARMACO……DISTINTI SALUTI MARCO.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Dovrebbe informarsi presso centri specializzati, e comunque seguire lo sviluppop della vicenda su Internet e seguendo la prossima trasmissione televisiva de Le Iene

      Rispondi

    • lilhi

      |

      salve Marco , se ha tempo e voglia vada a Cuba con la cartella clinica, arrivi a varadero e prenda una macchina per Jaguey Grande, questo è il nome della citadina a Cuba dove fanno questa medicina Monzon abita vicino al ospedale dalla parte di “especialidades”, se prendi un volo last minute spendi poco e hai tutto ,mia nonna gli hanno diagnosticato un tumore al seno e gli hanno dato 2 mesi di vita con il veleno e una’altra pianta che siama anamù e la trovi sempre la è durata oltre 6 anni senza mai lamentarsi e facendo una vita degna da persona normale, io sono proprio nata in quella cittadina e mifa piacere sapere che finalmente la TV ha chiarito tutto.
      saluti e buena suerte Lilhi

      Rispondi

      • danilo

        |

        ciao Lilhi anche io ho una situazione al quanto triste ma la mia lei e molto giovane sono disperato cosa mi consigli io non mi so muovere molto bene in questi casi e non conosco la lingua come posso fare

        Rispondi

  • ILARIA

    |

    mio babbo è affetto da tumore ai polmoni… come posso rintracciare il luogo e la persona che scoperto questo “farmaco” ? grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Noi facciamo i giornalisti, riportiamo le notizie, dovreste rivolvervi a personale specializzato e comunque digitare il nome del farmaco sui motori di ricerca.

      Rispondi

  • Elena

    |

    Ciao ho sentito parlare del veleno dello scorpione blu e mi piacerebbe saperne di più. Con tutto quello che si sente in giro ho paura che anche questa sia una “bufala”.Sto lottando contro me stessa x cercare di non illudermi troppo……………….visto che l’unico sogno che ho è quello di riuscire ad aiutare mia mamma malata di cancro.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Quello che abbiamo scritto è tutto quello che si sa, puo anche digitare su you tube i servizi televisini realizzati dallo staff de “Le Iene”

      Rispondi

    • patrizia

      |

      una mia conoscente ha il marito di 35 anni malato in maniera seria gli sta arrivando la medicina cosa succederà vi farò sapere, spero che vada tutto positivo…vedremo. Glielo auguro

      Rispondi

  • anna maria

    |

    Lunedì parto per Cuba a prendere il farmaco per un mio familiare. Venerdì 24 ho trovato un volo per l’Avana a poco prezzo per il 27 ho organizzato tutto in due giorni.nn mi illudo ma quando una persona cara stà male le tenti tutte pur di salvarla o di alleviarle le atroci soffrrenze

    Rispondi

    • maria assunta edini

      |

      Grazie per le info potresti contattarmi per dirmi esattamente come si procede? Da dove hai iniziato tu?

      Rispondi

      • Giancarlo Padula

        |

        CI SONO DIVERSE INFORMAZI0NI SU INTERNET, DIGITANDO LA FRASE VELENO DI SCORPIONE CUBANO E UN ALTRO NOSTRO ARTICOLO COME PROCURARE IL PRODOTTO ESCOZUL. C’E’ POI STATO UN LUNGO SERVIZIO SULLA TRASMISSIONE TELEVISIVA “LE IENE”. DIGITARE SU YOU TUBE.
        CORDIALITA’

        Rispondi

    • michele

      |

      Com’è andata? sei riuscita ad avere l’escozul? se si, mi dici dove sei andata e che documentazione hai portato?

      Rispondi

    • valeria

      |

      mio papà si consuma giorno dopo giorno e vorrei partire per cuba e sperimentare questo farmaco, mi contatteresti per darmi qualche informazione?

      Rispondi

      • Giancarlo Padula

        |

        E’ tuttto spiegato negli articoli pubblicati da http://www.ternimagazine.it. Comunque digitaresu Google: Veleno di scorpione cubano; Escozul. Auguri

        Rispondi

      • luciano

        |

        Ciao, sono Luciano vorrei andare, a Cuba al più presto perche ho mio fratello che sta male a il cancro vorrei la compagnia per andare a cuba numero di telefono 3297777394

        Rispondi

  • ROSSELLA

    |

    SONO FELICE DI QUESTO E CERCHIAMO DI DIFFONDERE LA NOTIZIA GRAZIE AL PROGRAMMA “LE IENE”

    Rispondi

  • bruno

    |

    NOTIZIA IMPORTANTE : Il Cancro alla luce della “Scienza Orgonomica “di Wilhelm Reich.

    Il dr.Vecchietti A. (biologo molecolare) sta portando avanti la ricerca orgonomica sul cancro iniziata da W.Reich.
    Molte persone stanno aderendo spontaneamente e autonomamente a questa nuova impostazione energetica della salute ottenendo risultati eccellenti.
    Alcune hanno persino raccontato la propria positiva esperienza.
    Chi volesse saperne di più su questa nuova impostazione di ricerca può visitare il sito http://www.cellulacancerosa.it

    Il Dott. Armando Vecchietti è disponibile di far conoscere ad Enti, Ospedali, Associazioni, la scoperta scientifica di come si forma la cellula cancerosa, la diagnosi precoce,( Test ematico di Reich ) e di intervenire sul cancro con una metodologia diversa alla luce della scienza Orgonomica di Wilhelm Reich. Richiedere gratuitamente il DVD del processo canceroso di come si forma la cellula cancerosa.

    Dato i giganteschi costi che lo Stato Italiano ogni anno deve sborsare per la cura dei tumori, si potrebbe risparmiare molti miliardi di euro, se si prendesse in considerazione una nuova impostazione: di diagnosi e cura del tumore. In tempi di crisi come questa, invece di far pagare ai cittadini italiani i costi di tale crisi, perché non iniziare proprio dalla sanità, che è diventata il maggior buco di bilancio dello Stato Italiano?

    Rispondi

  • lavinia grizi

    |

    Ho il marito con adenocarcinoma con metastasi alla testa ai surreni e alla costa sinistra ha iniziato il trattamento dello scorpione azzurro dal 23 9 2010, lui non sa nulla, ma fino ad ora abbiamo visto solo mentre lo prende una sorta di addormentamento per ora e solo in pericolo di vita ed e malato terminale.

    Rispondi

  • bruno

    |

    NOTIZIA IMPORTANTE: Il Cancro alla luce della “Scienza Orgonomica “di Wilhelm Reich 1897-1957.

    Il dr.Vecchietti A. (biologo molecolare) sta portando avanti la ricerca orgonomica sul cancro iniziata da W.Reich.
    Molte persone stanno aderendo spontaneamente e autonomamente a questa nuova impostazione energetica della salute ottenendo risultati eccellenti.
    Alcune hanno persino raccontato la propria positiva esperienza.
    Chi volesse saperne di più su questa nuova impostazione di ricerca può visitare il sito http://www.cellulacancerosa.it

    Il Dott. Armando Vecchietti è disponibile di far conoscere ad Enti, Ospedali, Associazioni, la scoperta scientifica di come si forma la cellula cancerosa, la diagnosi precoce,( Test ematico di Reich ) e di intervenire sul cancro con una metodologia diversa alla luce della scienza Orgonomica di Wilhelm Reich. Richiedere gratuitamente il DVD del processo canceroso di come si forma la cellula cancerosa.

    Rispondi

  • luca

    |

    Gentile signora

    potrebbe lasciarmi un suo contatto? O potrebbe contattarmi lei : azzurraio@libero.it

    mio padre è in condizioni disperate

    Rispondi

  • claudio

    |

    ciao giulia, anch’io coltivo ed uso per me e per chi me la chiede l’aloe arborescens, che ha grandissime proprietà antiinfiammatorie ed è una bomba energetica, senza tralasciare il grande aiuto che da alle difese immunitarie, ma non bisogna illudere la gente dicendo che guarisce i tumori, certo aiuta a vivere una vita più tranquilla! che non è poco!

    Rispondi

  • claudio

    |

    sono daccordo con il signor PADULA, purtroppo l’unico modo per avere questo prodotto è di andare direttamente a cuba, lo so che in situazioni disperate chiunque di noi è disposto a tutto, persino a vendersi la casa, ma fate attenzione, non fidatevi di chi non conoscete, ci sono molti bravi attori che pur di far quattrini non guardano in faccia nessuno, non lasciatevi convincere, neanche dal buon prete che partirebbe apposta per voi, non lo fate.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Tutto quello che sapevamo lo abbiamo scritto, comunque negli articoli ci sono tutti i recapiti e le modalita’. Il prodotto esiste e la clinica dove lo danno anched, questo è certo. SU Internet ci si può ampiamente informare ci sono molte notizie e interviste. Guardate du You tube anche i servizi fatti da “LE IENE”

      Rispondi

      • patrizia

        |

        La speranza è l’ultima a morire usciamo dai confini anche spaventati ma proviamo a seconda delle situazioni non si perde niente.

        Rispondi

  • alessandra

    |

    buongiorno avrei bisogno di notizie sul farmaco cubano escozul per un paziente affetto da cancro al pancreas con metastasi al fegato grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Terni Magazine ha pubblicato tutte le notizie in suo possesso, dovrebbe rivolgersi direttamente al centro Labiofam i cui recapiti sono riportati nei nostri articoli

      Rispondi

  • Francesco Conti

    |

    AMICI NON VI ILLUDETE, I PROFESSORONI, I CATTEDRATICI, LE AZIENDE FARMACEUTICHE, L’INDUSTRIA SANITARIA IN GENERALE, NON LO PERMETTARANNO MAI!

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Per ora il prodotto si può prendere solo a Cuba, e le scorte stanno esaurendo perchè la gente che va è tanta e occorre attenere i cicli di riproduzione dello scorpione azzurro che vive solo in quel Paese.

      Rispondi

  • Giancarlo Padula

    |

    BISOGNA ANDARE A CUBA. NON SI PUO’ PRENDERE IN ALTRO MODO. LEGGA GLI ARTICOLI DA NOI SCRITTI. CI SONO TUTTI I RECAPITI. DIGITI ANCHE “ESCOZUL”, VELENO DI SCORPIONE CUBANO SU GOOGLE.
    Auguri

    Rispondi

  • menegat saverio

    |

    vorrei andare a cuba a prendere il farmaco urgentemente come posso fare ad avere tutte le informazioni utili

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      lE INDICAZIONI SONO NEGLI ARTICOLI, POI DIGITI SU INTERNET, COME PROCURARSI IL FARMACO ESCOZUL. DIGITI ANCHE I LINK SUI NOSTRI ARTICOLI
      Cordialita’

      Rispondi

  • rosa

    |

    Vorrei sapere se l’Escozul può essere assunto anche per tumore al pancreas. Il soggetto è grave ha finito il trattamento chemioterapico…

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Dovrebbe contattare direttamente il Centro Farmaceutico Liofab a Cuba, i recapiti sono negli articoli
      Cordialita’

      Rispondi

    • antonio cuvato

      |

      Salve ROsa,
      purtroppo anche noi con questo male incurabile.Alla fine ha provato escozul? ha dato dei benefici?
      la ringrazio in anticipo per l’attenzione

      Rispondi

  • bruno

    |

    Sto documentandomi in modo serio circa l’Escozul. Purtroppo per me in ritardo, in quanto mia moglie è ormai mancata per un cancro al colon dopo avere provato di tutto e di più, quindi a chi è in gioco provateci comunque poiché la medicina convenzionale ancora oggi serve a nulla, la speranza per chi ne ha bisogno è che il prodotto non venga bocciato e bloccato dai soliti vecchi interessi di parte in bocca al lupo a chiunque lo provi.

    Rispondi

  • michele

    |

    Buongiorno. Se qualcuno è già andato a Cuba potrebbe dirci se ci sono difficoltà particolari per poter aver il farmaco? E se qualcuno avesse un contatto sul posto potrebbe mandare la documentazione sanitaria per farla visionare ed eventualmente avere il farmaco? Grazie a coloro che possono aiutarmi.

    Rispondi

    • giancarlo

      |

      Ciao Michele ti posso dire che adesso la cosa sta peggiorando perchè si formano lunghissime code; la mamma di mia moglie cubana vive vicino al laboratorio e lei può prendere appuntamento se sei interessato scrivimi.

      Rispondi

      • silvanospataro@yahoo.it

        |

        Per Michele non posso recarmi a Cuba come si può fare per avere l’Escozul grazie fin da ora.

        Rispondi

      • Enrico

        |

        Vorrei prendere un appuntamento per poter avere il farmaco a base di veleno di scorpione,tramite la sua suocera.per il mio fratello.Grazie e aspetto notizie

        Rispondi

  • Yoryana

    |

    Buongiorno. Sono una ragazza cubana disposta ad aiutare i malati di cancro nel portare il farmaco in italia. Non ci sono difficoltà particolari. E’ solamente necessaria la documentazione del paziente. Il farmaco per i cubani è gratuito. Se interessati contattare a e-mail nini741@hotmail.it.

    Rispondi

  • giancarlo

    |

    Salve sono un ragazzo italiano sposato in italia con una cubana. Sua madre vive a Cuba (Boyeros) dove si trova il laboratorio di questo medicinale chi vuole informazioni e prendere il medicinale può contattarmi al 320-9431720, la cosa si sta complicando perchè tutti vogliono partire per Cuba ma vi assicuro se non vive una persona sul posto che prende appuntamenti con il biologo per visionare la cartella clinica è molto difficile, non partite senza appuntamento.

    Rispondi

  • carlo

    |

    Sono disperato, mia madre ha un cancro, partito dalle ovaie ora ha due noduli all’altezza dello stomaco con marcatori tumorali che galoppano velocemente……….vorrei chiedere se ce qualcuno che possa fare il viaggio con me a cuba e che ha la stessa necessita’ del farmaco in modo da muoverci con piu’ naturalezza in terra cubana, grazie il mio nr è 3398984814

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      SE LEI LEGGEI COMMENTI AGLI ARTICOLI UNA PERSONA CUBANA HA LASCIATO UN RECAPITO, INOLTRE NEGLI ARTICOLI DA NOI PUBBLICATI CI SONO TUTTI I RECAPITI DELLA LIOFAB.

      Rispondi

  • Ferdinando Marinari

    |

    Sono un italiano che vive in cuba, sono stato alla LABIOFAM la settimana passata a prendere il farmaco per il padre di un amico, leggendo i vari articoli mi sono reso conto che si parla molto ma alla fino sono solo parole per sentito dire da altri, io quando sono andato mi sono reso conto della mala informazione della gente, ad esempio persone che arrivavano da parti di italia con frigo portatili che in realtà non servono,perchè il farmaco che ti danno dopo aver analizzato la cartella clinica sono solo due piccoli flaconcini che non serve mettere nel frigo.
    Una cosa molto importante voglio dire a quelli che sono in procinto di partire per cuba per un viaggio di due giorni di non farlo perchè a volte la LABIOFAM non apre per motivi loro e il venerdì sabato e domenica sono chiusi. Una altra cosa, i numeri si distribuiscono dalla 1 della notte e a volte ne danno solo 50. chi vuol sapere altre notizie mi contatti via mail Ferdinando Marinari
    ydref49@yahoo.it

    Rispondi

  • Ferdinando Marinari

    |

    Sono sempre Marinari dal momento che la mia mail non viene pubblicata chi mi vuole contattare questo è il mio numero +393406222167

    Rispondi

  • bindi stefno

    |

    Salve sono stefano bindi,toscano di montecatini t. vi posso solo dire che sono contento perchè ho potuto aiutare persone da gorizia a catania prato e montecatini direttamente un mio parente. Il trattamento dura 4 mesi iniziali dopo di che vediamo ma la persona più vicina a me sta un po’ meglio e il suo organismo l’accetta senza problemi.se vuoi saper qualcosa di più scrivi al mio sito piccolasvegas@libero.it mi farebbe piacere scambiare opinioni e aiutare se è possibile . Ciao stefano

    Rispondi

  • luca danesi

    |

    A mia mamma di 77 anni è stata diagnosticata la leucemia acuta.Considerata l’eta i medici dicono che non si può intervenire con le classiche chemioterapie,ma solo con antidolorifici aspettando inesorabilbente la sua fine.
    Chiedo se può essere eficace questo escozul?
    grazie per l’aiuto.
    luca

    Rispondi

  • Nicol

    |

    Salve a tutti, sono Nicol, da poche settimane a questa parte ad un mio parente è stato diagnosticato un carcinoma molto aggressivo al rene sinistro che purtroppo ha già compromesso l’intero organismo con decine di metastasi. La situazione è oramai disperata aggravata ulteriormente dai soli trentaquattro anni dell’ammalato. Capisco benissimo ognuno di voi, capisco il vostro dolore. Vi chiedo solamente di stare attenti ai falsi profeti che diranno di volervi aiutare in qualunque modo. Molti di loro cercheranno solamente di fare soldi facili alle vostre spalle, sfruttando il vostro momento di debolezza. Quindi, prima di buttarvi a capofitto in questa situazione informatevi a dovere confutando più volte e da più fonti le notizie. Cordiali saluti e un grosso augurio ad ognuno di voi.

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      LE NOTIZIE RIGUARDANTI L’ESCOZUL SONO TUTTE VERIFICATE E L’INDIRIZZO PER GLI ITALIANI E’ NEL NOSTRO NUOVO ARTICOLO. IN QUESTO CASO NIENTE FALSI PROFETI, SAREMMO I PRIMI, PER STILE E MISSIONE DELLA NOSTRA IMPRESA GIORNALISTA, DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE A COMUNICARLO.
      BUONE FESTE!!

      Rispondi

  • Vittoria

    |

    Ho mio padre con un problema ai polmoni in pratica soffre di una grave malattia la fibrosi polmonare idiopatica, abbiamo mandato una persona ha prelevare escozul, il farmaco “miracoloso”, ma come da fortuna non cè l’anno fornito,non capisco perchè forse ancora oggi sconoscono la malattia di mio padre oppure te lo danno se sei raccomandata. Vi prego rispondetemi se in merito sapete qualcosa.
    vi saluto affettuosamente Vittoria

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      L’Escozul è un preparato per malati di cancro. Bisogna rivolgersi, se italiani, al Centro di cui riportiamo notizia nell’home page di Terni Magazine. Prendere un appuntamento e portare la cartella clinica della persona malata. Una volta esaminata la cartella clinica i medici cubani valutano se dare il prodotto.

      Rispondi

    • elio

      |

      Signora Vittoria se vuole puo’ inviarmi via email la cartella clinica del papa’. Io la invio a mia moglie che è cubana, vive ad Arroyo Naranjo, che è la città dove distribuiscono l’Escozul. Si sbrighi perchè lei torna il giorno 12 febbraio..mandi di tutto a eliopuzzo@msn.com dopo se vuole le do il mio tel e possiamo parlare

      Rispondi

      • luciano

        |

        Mi contatti? Ho bisogno dell prodoto 329-7777394

        Rispondi

        • elio

          |

          sig. luciano stamani l’ho chiamato pero’ non ho avuto risposta…mio cell.328-7515619

          Rispondi

  • rosa gubinelli

    |

    Vorrei sapere se usando l’Escozul ci possono essere anche gli effetti collaterali vi prego rispondetemi

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Deve mettersi in contatto con il centro Labiofam a Cuba, tutti i riferimenti sono negli articoli pubblicati da http://www.ternimagazine.it

      Rispondi

  • Francesca

    |

    Volevo solo dire che Cuba e’ in occidente. Che senso ha dire che il farmaco e’ sconosciuto in Occidente? L’Oriente sta diventando tutto cio’ che non e’ Europa e Stati Uniti. Dovremmo chiederci perche’.
    Grazie per le informazioni su questo farmaco.

    Rispondi

  • farncesco

    |

    salve ,ho mio padre gravemente malato ed al momento stà facendo una kemio terapia,vorrei sapere di più su questo farmaco visto che ah subito un’operazione chirurgica e li hanno tolto un polmone,ora questo male è nella zona dell’addome ma i medici non danno speranze…fatemi sapere se c’è una speranza non esitiamo a tentare garzie e cordiali saluti

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Deve contattare il centro medico cubano, i recapiti sono negli articoli da noi pubblicati, oppure mettersi in contatto conuna dellepersone che è già andata a ritirare il prodotto, ci sono diversi recapiti nei commenti

      Rispondi

  • Guido g.

    |

    Posso procurarmi il farmaco grazie ad una persona che vive a cuba, la stessa persona con la cartella clinica in esame di un mio caro, puo’ farsi dare lo stesso medicinale. Non so, pero’, come farlo pervenire in italia alla temperatura indicata per il trasporto. Grazie. Guidone.granese1973@gmail.com

    Rispondi

  • costabile massimiliano

    |

    Buona sera la ringrazio per la disponibilità con la quale si dedica alle persone bisognose e le chiedo ,questo veleno potrebbe avere degli effetti positivi per la malattia di chron. Grazie

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      LA CONSIGLIO DI LEGGERE L’ARTICOLO SULLA NOSTRA HOME PAGE E RIVOLGERSI AI RECAPITI DEI LINK
      CORDIALITA’

      Rispondi

  • santo restifo

    |

    Salve sono Santo, conosco questo farmaco e ho fatto l’esperienza di andarlo a ritirare personalmente per una cara Amica con un “C A polmonare” Vi posso garantire che a distanza di tre mesi abbondanti, lei vive una vita familiare dignitosa, adesso il farmaco sta per terminare e bisogna ritornare per ritirarlo cerchiamo qualcuno interessato adividere le spese di viaggio, la mia partenza é prenotata per 06/03/11 salvo complicanze. Grazie,

    Rispondi

  • cuccaro vincenza

    |

    ho avuto il veleno dello scorpione ma ho paura a prenderlo, ci sono controindicazioni?

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      Chieda chiarimenti a this is cuba, digiti il sito le compare l’email, oppure si metta in contatto con chi gia’ lo sta prendendo, suio nostri commentio, ma se lei è arrivato fino a Cuba e il prodotto è quello, gli avranno anche dato il dosaggio e le indacazioni

      Rispondi

  • Micillo Linda

    |

    Ciao, sono Linda, mia zia ha avuto negli ultimi anni molti moltissimi problemi: è guarita da un tumore al seno grazie ad un ciclo di chemio molto forte che però le hanno provocato effetti collaterali indebolendo il midollo che non produce più globuli rossi; è stata per anni sotto trasfusioni ed ora le hanno diagnosticato un inizio di leucemia (tumore al sangue). Dovrebbe rifare un nuovo ciclo di chemio ma il fisico è ormai troppo debole per affrontarle… può assumere, nel suo caso, il veleno di scorpione??A chi bisogna rivolgersi una volta a Cuba??…è possibile avere notizie più precise…vi prego… grazie!

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      C’è SCRITTO NELL’ARTICOLO IN HOME PAGE CI SONO I LINK, COMUNQUE DIGITI SU THIS IS CUBA, E LEGGA I RECAPITI DELE PERSONE CHE SONO ANDATE A PRENDERE IL FARMACO SUL NOSTRO PORTALE D’INFORMAZIONE
      Auguri

      Rispondi

  • bruno

    |

    NOTIZIA IMPORTANTE : Il Cancro alla luce della “Scienza Orgonomica “di Wilhelm Reich 1897-1957.

    Il dr.Vecchietti A. (biologo molecolare) sta portando avanti la ricerca orgonomica sul cancro iniziata da W.Reich.
    Molte persone stanno aderendo spontaneamente e autonomamente a questa nuova impostazione energetica della salute ottenendo risultati eccellenti.
    Alcune hanno persino raccontato la propria positiva esperienza.
    Chi volesse saperne di più su questa nuova impostazione di ricerca può visitare il sito http://www.cellulacancerosa.it

    Il Dott. Armando Vecchietti è disponibile di far conoscere ad Enti, Ospedali, Associazioni, la scoperta scientifica di come si forma la cellula cancerosa, la diagnosi precoce,( Test ematico di Reich ) e di intervenire sul cancro con una metodologia diversa alla luce della scienza Orgonomica di Wilhelm Reich. Richiedere gratuitamente il DVD del processo canceroso di come si forma la cellula cancerosa.

    Rispondi

  • Vanessa

    |

    E’ possibile attraverso un amico che vive a Cuba prendere la medicina inviandogli copia della cartelle cliniche, oppure se non si è un parente stretto del malato non ti consegnano nulla?
    Grazie a chi vorrà rispondermi

    Rispondi

    • luca

      |

      Salve mi chiamo luca. Non è facile… è più facile fare una ricetta medica a cuba(Ci vuole un pò di conoscenza) e poi dopo ore di coda ritirare il medicamento. io sono appena rientrato da cuba ho 2 flaconi da 30 ml. di medicina omeopatica ricavata dal veleno di scorpione ,sigillata e con istruzioni in spagnolo,comprata in una labiofam all’Havana, se interessati potete avere chiarimenti scrivendo a: l.dorigatti@tin.it

      Rispondi

  • Francesca

    |

    Cia sono Francesca ho mia nonna affetta da tumore ovarico con metastasi a colon, fegato e milza. Vorrei sapere qualcosa in più rispetto a questo veleno se qualcuno puo aiutarmi potete contattarmi al 3292344734.. grazie!

    Rispondi

  • rossana

    |

    mia madre è affetta da metastasi al fegato di natura secondaria dovute ad un tumore all’utero scoperto due anni fa già operato e curato con chemio. Le metastasi stanno coinvolgendo annche i polmoni, i valori dei globuli bianchi risultano sempre elevati e non è possibile iniziare i nuovi cicli di chemio. Cosa possiamo fare?

    Rispondi

    • Giancarlo Padula

      |

      LEGGA GLI ARTICOLI NEL MERITO.
      LA DIREZIONE COGLIE L’OCCASIONE PER RICORDARE AI GENTILI LETTORI DI NON INVIARE PIU’ COMMENTI NE’ ALTRO TIPO DI NOTIZIE SULL’ARGOMENTO POICHE’ NON INTENDIAMO PRESTARE IL FIANCO AD ALCUNA IPOTETICA O REALE SPECULAZIONE. DIGITATE SU INTERNET : VELENO DI SCORPIONE CUBANO TERNI MAGAZINE E TROBVERETE GLI ARTICOLI CON TUTTI I PARTICOLARI, GRAZIE,
      LA DIREZIONE

      Rispondi

  • imma

    |

    Grazie al vostro articoli si e’ aperta una piccola speranza nel mio cuore. Si tratta di mia nonna che e’ affetta da un tumore al collo dell’utero. V olevo sapere precisamente la prassi per ottenere questo farmaco. Aspetto una vostra risposta, grazie mille di cuore.

    Rispondi

    • Luca

      |

      E’ tutto scritto negli articoli. Digitare su Google: veleno di scorpione cubano.
      Cordialita’

      Rispondi

  • A.Enrica

    |

    Qualcuno sa dirmi se l’Escozul è utile per la sclerodermia (malattia autoimmune), con Fibrosi polmonare importante? Come posso fare per avere risposte dai medici della Labiofam e eventualmente non fare un viaggio a vuoto? Una decina di anni fa andai a Cuba e una signora mi fece un massaggio alle mani (deformate e doloranti) con un unguento, intruglio di erbe varie, aglio e uno scorpione. per una decina di giorni provai un gran sollievo e non ebbi dolori (solo una gran puzza d’aglio!!).

    Rispondi

  • BRUNO ARICO

    |

    HO FATTO ARRIVARE DA CUBA QUESTA CURA PER UN MIO AMICO CHE PURTROPPO E DECEDUTO PRIMA DI POTERLA USARE MANDANDO A CUBA LA SUA CARTELLA CLINICA LUI AVEVA UN TUMORE AL PANCREAS VORREI REGALARE LA CURA A CHI NE AVESSE REALMENTE BISOGNO PERO PER EVITARE TRUFFATORI CHIEDO A QUESTA REDAZIONE DI GESTIRE LA COSA E DI METTERSI IN CONTATTO CON ME GRAZIE

    Rispondi

    • Anna B

      |

      Buongiorno, vorrei mettermi in contatto col Sig. BRUNO ARICO.
      Ho scoperto ieri che una mia parente, che è per me come una mamma, perché mi ha fatto crescere, ha un tumore. E’ stato un vero shock. Farei qualsiasi cosa per lei.
      Signor Arico per favore mi scriva. anna2o@hotmail.it
      Io vivo in Valle d’Aosta, ma posso venire ovunque in Italia.
      GRAZIE!
      Anna B

      Rispondi

    • rosa

      |

      salve, io sarei molto interessata, ho mia zia che ha un tumore al fegato e alla milza e sta continuando a fare controlli… spero al più presto una risposta, grazie in anticipo.

      Rispondi

      • rosa

        |

        il mio indirizzo è rosa_dinocera@libero.it grazie

        Rispondi

    • maria trombetti

      |

      A mio padre è stato scoperto un tumore del pancreas con metastasi epatiche. Possiamo solo aiutarlo con la terapia per il dolore. Se c’è una possibilità che questa cura sia utile, chiediamo di venire eventualmente presi in considerazione per poterne usufruire. Grazie comunque per l’umanità dimostrata con questa offerta.

      Rispondi

      • Redazione

        |

        Per avere risposta a questa domanda legga gli articoli e digiti su Google, Escozul, Vidatoz, troverà le informazioni necessarie. Bisogna comunque mettersi in contatto con il centro della LIBIOFAM di Cuba. Digiti Libiofam su Google

        Rispondi

  • bruno arico trio

    |

    sig.a anna le ho lasciato nella sua e mail il mio n. del cellulare si metta pure in contatto con me io abito a milano e ci accordiamo per la consegna. a presto.

    Rispondi

  • Mary

    |

    solo il veleno di scorpione azzurro cubano è anticancro oppure il veleno di qualsiasi scorpione ha comunque un effetto simile?

    Rispondi

    • Redazione

      |

      Solo scorpione azzuro, spiegano, e a Cuba.

      Rispondi

    • elio

      |

      Solo lo scorpione azzurro di Cuba è stato testato, e si puo’ avere in 2 versioni..l’omeopatico e il naturale o refrigerato…se vuole altre informazioni piu’ dettagliate scriva a eliopuzzo@msn.com

      Rispondi

  • MARISA

    |

    ciao a tutti…ho saputo da circa una settimana che mia mamma,45anni,è affetta da glioblastoma..i medici ci hanno dato subito cattive notizie a causa dell’aggressività di questo tumore,le hanno dato pochi mesi di vita.. ma la speranza è sempre l’ultima a morire..siamo venuti a conoscenza proprio oggi di questo eventuale metodo per attenuarle almeno la sofferenza..vorrei procurarle il farmaco prima che sia troppo tardi…se qualcuno è a conoscenza della procedura in maniera specifica e dei modi per arrivare al laboratorio dove distribuiscono il farmaco,o magari se qualcuno ha un parente che potrebbe presentare la cartella clinica e spedirci il farmaco,vi scongiuro di darmi tutte le informazioni possibili!!!vi ringrazio anticipatamente..

    Rispondi

  • MARISA

    |

    ah dimenticavo per chi potesse contattarmi la mia email è marysa_19910307@hotmail.it

    Rispondi

  • www.flexopen.com

    |

    Hello, everything is going perfectly here and ofcourse
    every one is sharing information, that’s genuinely excellent, keep up writing.

    Rispondi

Lascia un commento

Notizie correlate